Il settore assicurativo ha risposto all’emergenza pandemica adottando soluzioni digitali integrate con i canali di vendita tradizionali (approccio multicanale) e offrendo al mercato novità di prodotto e di servizio.

La digitalizzazione ha favorito l’adozione di nuovi modelli relazionali che utilizzano: App di preventivazione rapida e gestione contratto, Videoconsulenza o chatbot, Dispositivi IoT collegati alla persona o all’abitazione, Soluzioni pay-per-use attivabili attraverso lo smartphone.

L’analisi Prometeia evidenzia che: “Il business Danni Non Auto, si è caratterizzato per la presenza di soluzioni modulari, in grado di combinare all’interno dello stesso contratto coperture dedicate alla persona e al patrimonio, con elevato grado di flessibilità sia in termini di estensione che di livelli di copertura, e con la possibilità di integrare anche moduli più specifici dedicati a coperture pet, cyber e mobilità alternativa”.

Nell’ambito Salute si registra la tendenza a innovare i prodotti infortuni e malattia segmentando la clientela per fasce di età  (under 30, over 65) e per stili di vita (studente,  sportivo…) nell’ottica di rispondere, con soluzioni dedicate, alle diverse esigenze personali.

Il business Vita sta progressivamente spostando il focus dalle soluzioni tradizionali (rivalutabili e capitalizzazioni) e Linked, a soluzioni di tipo multiramo con investimenti in ramo I (Gestioni Separate) e ramo III (Unit Linked).

Nei  primi mesi del 2022 si è registrato un numero esiguo di nuove emissioni nel ramo Vita, condizionate dall’incertezza del contesto finanziario (tassi in rialzo, inflazione) e dall’evoluzione attesa sul fronte regolamentare (revisione limiti investimenti per prodotti Linked, estensione Fondo Utili ai contratti in essere, nuova configurazione del rischio demografico nei prodotti di ramo III…).

Cresce l’attenzione nei confronti dei rischi informatici. Gli operatori propongono soluzioni cyber stand alone, o inserite in prodotti più ampi, dedicate al retail e alle aziende.

Tra le novità, Prometeia segnala infine le coperture dedicate alla mobilità alternativa (bike, e-bike, e-scooter, monopattino, mezzi in sharing) e quelle pensate per le vetture elettriche.