I gatti sono animali affascinanti, misteriosi e indipendenti. Sono anche molto agili e capaci di sopravvivere a situazioni pericolose. Per questo motivo, si dice spesso che i gatti abbiano sette o nove vite, a seconda della tradizione culturale.

Ma da dove nasce questa credenza? Scopriamolo insieme in questo articolo e vediamo assieme come possiamo proteggere i nostri piccoli felini.

Sette o nove vite? Alcune leggende

La leggenda delle sette (o nove) vite dei gatti ha origini antiche e diverse interpretazioni.

Un’agilità eccezionale, anzi: divina!

La più banale, probabilmente, è legata alla straordinaria agilità e capacità di ripresa dei gatti. I gatti sono infatti in grado di cadere in piedi grazie alla flessibilità della loro colonna vertebrale e al loro senso dell’equilibrio. Sono anche in grado di guarire rapidamente da malattie o ferite grazie al loro sistema immunitario e alla loro igiene.

Queste qualità li hanno resi protagonisti di storie e leggende in cui sfidano la morte e si salvano da situazioni impossibili, probabilmente spingendo alcune popolazioni a dare una spiegazione “divina” a questa “immortalità” dei gatti.

Simbologia

Una possibile spiegazione è legata alla simbologia dei numeri sette e nove, che in molte culture e religioni rappresentano la perfezione, la completezza e/o il ciclo vitale. Il sette, ad esempio, è il numero dei giorni della settimana, delle note musicali, dei chakra, dei sacramenti. Il nove, invece, è il numero dei pianeti del sistema solare, delle muse, delle divinità nordiche.

Le nove vite: una leggenda egizia?

Un’altra affascinante spiegazione che “darebbe ragione” a chi sostiene che i gatti hanno nove vite è legata alla venerazione dei gatti nell’antico Egitto, dove erano considerati sacri e protettori (si pensi alla dea Bastet che aveva le sembianze di un gatto) e al culto di Atum Ra.

Secondo questa teoria, infatti, le 9 vite del gatto sarebbero un richiamo ad Atum Ra che diede vita ad altre 8 divinità e che, quando viaggiò negli inferi, prese proprio le sembianze di un micio.

Assicurazione Gatto: cosa copre e cosa no?

Sette vite protette…con una sola polizza!

D’altra parte il nostro micione di casa, purtroppo, non ha sette e neppure nove vite.

La loro agilità e la loro resistenza “divina” non li rende immuni da incidenti, malattie e neppure esenti dal arrecare un danno a terzi.

Per questo motivo, è importante proteggere la salute e la sicurezza del tuo amico a quattro zampe con una buona assicurazione gatto. Tra le tante offerte sul mercato, Axieme offre una serie di vantaggi:

Nessun limite di età o razza

Puoi assicurare il tuo gatto a partire da 7€ al mese, indipendentemente dalla sua età o dalla sua razza.

Selezione delle migliori compagnie

Axieme ti propone le soluzioni convenienti e complete tra le migliori compagnie assicurative del mercato.

Consulente assicurativo dedicato

A ogni nuovo cliente Axieme assegna un Family Insurer personale che ti assiste nella scelta della polizza più adatta alle tue esigenze e ti supporta in caso di sinistro.

Solidarietà e sostenibilità

Axieme non solo protegge solo il tuo gatto, ma anche il pianeta e le persone in difficoltà. Infatti, Axieme devolve una parte dei premi assicurativi a progetti sociali e ambientali, con la possibilità di segnalare la tua “associazione del cuore”. Inoltre, Axieme non utilizza materiali carta per le proprie pratiche: è tutto online e non ti devi nemmeno spostare per raggiungere l’agenzia, dato che puoi attivare la tua polizza direttamente da casa.

Quante vite hanno i gatti? E come proteggerle?

Sette vite di cui prendersi cura

Come abbiamo visto, il gatto nella sua storia è stato spesso associato alla divinità. Come tutti gli dei, però, sono entità capricciose che necessitano di attenzione e di cura da parte nostra. Ecco una breve to-do list di cose da fare per proteggere il nostro amico felino.

Igiene

Il gatto è un animale estremamente pulito. Si puliscono da soli varie volte al giorno e la pulizia del micio è anche un possibile segnale del suo stato emotivo: se si pulisce poco, infatti, vuol dire che, probabilmente, è triste.

Nonostante ciò, però, il nostro piccolo amico ha bisogno di una mano, in particolare se ha un pelo lungo o medio. In questo caso, infatti lo dovremo spazzolare periodicamente per evitare la formazione di nodi e la comparsa di boli di pelo. In casi più rari potrebbe essere utile anche fargli un bagno.

Altro fattore da considerare al riguardo è correlato alla lettiera. Essa, infatti, dovrebbe essere collocata in un luogo tranquillo e accessibile, lontano dal cibo e dall’acqua. Inoltre, dovremo fare attenzione a mettere una quantità sufficiente di sabbietta, che dovremo cambiare regolarmente per evitare cattivi odori e infezioni

Prevenzione delle malattie

Un altro aspetto importante della cura del gatto è la prevenzione delle malattie e dei parassiti. Per questo motivo, dovremo portare il nostro gatto dal veterinario almeno una volta all’anno per una visita generale e per le vaccinazioni obbligatorie e facoltative: da questo punto di vista, l’assicurazione di Axieme ci aiuta.

Infatti, per gli animali con meno di 10 anni, sono incluse le spese veterinarie, anche nel caso di vaccini e altre visite routinarie.

Alimentazione

Oltre all’igiene e alla prevenzione, un altro aspetto fondamentale della cura del gatto è l’alimentazione.

Nonostante alcuni dei nostri amici abbiano passioni culinarie peculiari (chi mangia la pizza, chi i dolci, ecc.), i gatti sono animali carnivori e come tali dovrebbero rispettare una dieta ricca di proteine animali e altre sostanze nutritive come le fibre e le vitamine. Inoltre, l’alimentazione del gatto deve essere adeguata alla sua età, al suo peso, al suo stile di vita e alle sue eventuali patologie.

In generale, i gatti adulti mangiano due volte al giorno e si può proporre cibo secco o umido, o una combinazione dei due. Il cibo secco ha il vantaggio di essere più pratico, economico e di favorire la pulizia dei denti. Il cibo umido ha il vantaggio di essere più appetibile, digeribile e di apportare più acqua. La scelta dipende dalle preferenze del gatto e dalle indicazioni del veterinario.

A questo proposito: sapevi che l’assicurazione gatto di Axieme ti permette di avere la possibilità di accedere a un consulto nutrizionistico? Un bel vantaggio se hai preso un micio da poco e vuoi essere sicuro di nutrirlo a dovere o se hai un anziano gattone che ha bisogno di cure particolari negli ultimi anni della sua vita.