Il tacito rinnovo è una clausola che ha dei vantaggi sia per le compagnie assicurative, sia per gli assicurati. Vediamo assieme quali sono i punti di forza e smontiamo uno dei tanti miti che circondano le assicurazioni. Spesso, infatti, il tacito rinnovo viene considerato una trappola burocratica.

Che cos’è il tacito rinnovo del contratto di assicurazione?

Il tacito rinnovo è una clausola, che spesso è presente nel contratto di assicurazione, in forza della quale esso si rinnova automaticamente a ogni scadenza, salvo disdetta da parte dell’assicurato, che deve avvenire secondo le modalità e nei termini stabiliti nello stesso contratto.

In mancanza di tacito rinnovo, invece, succede il contrario: alla scadenza la polizza si estingue, e l’assicurato è libero di rivolgersi ad altri, a meno che non dichiari di volerla rinnovare per un uguale periodo.

Fino a qualche anno fa, la clausola di tacito rinnovo era presente praticamente in tutti i contratti di assicurazione: responsabilità civile auto (RCA), responsabilità professionale, infortuni, furto e incendio ecc. Oggi, invece, la legge la vieta nelle polizze di RCA; essa permane nelle altre tipologie di assicurazione, e in alcune coperture accessorie della stessa RCA.

Che cosa si intende per scadenza della polizza?

Una precisazione: per “scadenza” bisogna intendere quella della polizza, non quella prevista per il pagamento, che può essere semestrale oppure annuale. Si tratta di due termini diversi. La disdetta deve essere data con un anticipo calcolato rispetto alla data di scadenza della polizza. Se il pagamento avviene ogni sei mesi, e si invia una disdetta prima del termine previsto per effettuarlo, essa avrà effetto alla data di scadenza. Nel frattempo il premio dovrà essere pagato. Facciamo un esempio: la polizza scade il 30 giugno, mentre i pagamenti del premio avvengono semestralmente, il 30 giugno e il 30 dicembre. La disdetta dovrà pervenire all’assicurazione almeno sessanta giorni prima del 30 giugno; se viene inviata a ottobre, avrà effetto il 30 giugno, alla scadenza del contratto, e nel frattempo il premio del 30 dicembre dovrà comunque essere pagato.

Perché è utile il Tacito Rinnovo?

Possiamo riassumere l’importanza di questa clausola in tre punti distinti e ugualmente importanti.

Protezione continua

Quando si stipula un’assicurazione, si spera che non serva mai e, proprio per questo, può succedere di dimenticarsi di rinnovarla. Il tacito rinnovo permette di rinnovare il contratto senza rischiare di rimanere senza copertura a causa di una dimenticanza. Potrebbe verificarsi un sinistro proprio quando non ci si rende conto di non essere protetti dall’assicurazione.

Premio fisso

Il tacito rinnovo consente alle compagnie di proporre un premio fisso. Ciò significa che, dal momento in cui firmi il contratto, non vedrai lievitare la spesa annua relativa all’assicurazione. Non potranno applicare rincari o tariffe maggiorate di anno in anno.

Storicità assicurativa

Sottoscrivendo un contratto con tacito rinnovo si entra a far parte di una cerchia in cui viene attestato il buon comportamento dell’assicurato. A lungo andare il cliente virtuoso riscontrerà i benefici di una copertura stabile, riuscendo così a risparmiare sempre più denaro. Tutto si fonda sulla virtuosità degli assicurati.

RC e Garanzie Accessorie

Abbiamo accennato qualche riga fa che è stato abolito il rinnovo automatico dei piani di responsabilità civile. L’assicuratore è tenuto a informare l’assicurato della scadenza del contratto con un preavviso di almeno trenta giorni e anche a mantenere attiva l’assicurazione fino al quindicesimo giorno dalla scadenza del contratto.

Quando parliamo di garanzie accessorie legate alla RCA, ci riferiamo, per esempio, alle polizze infortunio del conducente, incendio, furto e kasko. La legge Concorrenza 124/2017, in vigore dal 29 agosto 2017 ha esteso il divieto di tacito rinnovo anche alle assicurazioni dei rischi accessori.

La polizza deve essere rinnovata con esplicito consenso dell’automobilista, ma occorre precisare le due condizioni per cui è previsto il tacito rinnovo: 

  • NO: se le garanzie accessorie sono state sottoscritte contestualmente alla polizza RC auto, sia nel caso in cui si trovino nello stesso contratto sia in un contratto separato.
  • SI: se le garanzie accessorie sono state sottoscritte insieme all’acquisto di un’auto nuova, purché si tratti di un contratto distinto e autonomo rispetto a quello di RCA.
  • Per quali polizze è previsto il tacito rinnovo?

    Il rinnovo automatico del contratto assicurativo, salvo disdetta del cliente 30 o 60 giorni prima della scadenza, è previsto in tutte le altre tipologie di assicurazione.

    Conclusioni

    Il tacito rinnovo è una clausola contrattuale che consente alla polizza di rinnovarsi automaticamente alla fine del periodo di validità. Uno dei vantaggi per te, da utente, è che non dovrai ricordati di rinnovare il contratto, visto che la garanzia si prolunga senza alcuna richiesta e potrai continuare a essere assicurato senza pensieri.